DIMMI CHE MI AMI di Tiziana Lia Ed. Lulu.com

Una notte buia e una scommessa. Un incontro casuale e la reciproca attrazione inducono Francesca e Raymond a gettarsi in un’intensa storia d’amore, nonostante gli errori del passato che impediscono alla protagonista di affidarsi al cuore.
Ma visto che il sentimento puro trova sempre una strada…

Un romanzo che si legge tutto d’un fiato. Scorrevole e scritto con maestria innata. Non credo di aver letto qualcosa di così convolgente edito da grandi editori. Allora ancora una volta mi chiedo perchè le scrittrici emergenti italiane non riescono a sfondare? Ma la cosa non ci tocca più di tanto perchè si possono comunque acquistare questi libri ed apprezzarli come se fossero stati scritti da una famosa autrice americana!!!E’ anche migliore!

http://www.lulu.com/product/libro-a-copertina-morbida/dimmi-che-mi-ami/5436884

OPPURE IL SUO BLOG PER CONTATTARLA DIRETTAMENTE

http://www.tizianaliascrittrice.ea26.com/

INTERVISTA ALL’AUTRICE:

1)QUANDO HAI INIZIATO A SCRIVERE E PERCHE’?

Ho iniziato alle scuole medie, così per gioco. Ho sempre avuto molta fantasia e mi è sempre piaciuto in un certo senso vivere altre vite…Ovviamente le mie primissime storie, vista l’età adolescenziale, trattavano di amicizie, primi amori, delusioni o progetti di ragazzini di quattordici anni, le comitive estive etc.

2)QUANTO TEMPO DEDICHI ALLA SCRITTURA?

Se fosse per me mi annullerei davanti al computer, eclissandomi dal resto del mondo. Ma non me lo posso permettere perché prima di tutto sono una mamma. E allora cerco di ritagliarmi quanto più tempo possibile tra un impegno e l’altro, lasciando per me la mattina quando la casa è in completo silenzio: fattore indispensabile per me sia in fase di creazione che di revisione. L’estate invece è tutta vita sotto questo punto di vista!

3)COME PREPARI I TUOI PERSONAGGI? MI HA COLPITO LA CURA PSICOLOGICA CON CUI LI DELINEI IN “DIMMI CHE MI AMI”.

Innanzitutto quando devo iniziare a scrivere un romanzo penso ai personaggi, ai loro nomi e agli eventi che li vedranno coinvolti. Penso e ripenso a come far iniziare la storia o a cosa diranno al loro primo incontro finché poi non riesco più a tenermi lontano dalla tastiera per mettere nero su bianco le idee. Cerco di immedesimarmi in ogni personaggio che creo e mi pongo qualche domanda: cosa farei io se fossi al suo posto? Cosa risponderei? Se poi il personaggio fosse totalmente diverso dalla sottoscritta, magari anche un tipo che nella vita detesterei, cerco di svuotare il mio cervello e “rinascere”.

4)PERCHE’ HAI DECISO DI AMBIENTARE QUESTO ROMANZO IN AMERICA?

Quello presente gratis on line sul mio sito è un romanzo ambientato in Italia. Adoro i nomi nostrani e la nostra nazione. Tuttavia scrivere la vita di altri mi porta inevitabilmente a viaggiare con la fantasia anche in luoghi sconosciuti o conosciuti tramite internet. Ho scelto la California perché è uno Stato che mi affascina da sempre, sin dal tempo del Far West direi. Ho ambientato poi il romanzo a San Diego solo perché è meno “sfruttata” delle notissime Los Angeles e San Francisco.

5)SCRIVERE RACCONTI PER LA RIVISTA “VERA” TI AIUTA A CAPIRE QUALI SONO I GUSTI DEL PUBBLICO?

Non è molto che collaboro con Vera e al momento è stato pubblicato solo un mio racconto. Un altro apparirà sulla rivista prima di Natale. Tuttavia ritengo che non sia facile scoprire quale sia il gusto del pubblico di un settimanale: ai lettori piacciono tutti i racconti sentimentali in genere purché scritti bene, meglio se arricchiti di un tocco di novità nella storia e nei tratti dei personaggi. Ovviamente la scelta di un racconto piuttosto che un altro non viene fatta da loro come quando comprano un libro. I lettori in questo caso sono tenuti a leggere quanto opta per loro la redazione. A essere sincera ho scelto questa strada per farmi conoscere in giro.

6)PROGETTI PER IL FUTURO?

Sto scrivendo il mio primo storico, ambientato in Italia e in particolare nella  mia amata Roma. La cosa che più mi ha affascinato è stato lo studio della storia del periodo,dei fatti salienti accaduti, nonché dei dettagli: dalle monete in corso all’epoca ai cibi, dalle danze agli strumenti musicali suonati dai musici, dagli abiti alle armi etc. Ovviamente mi piacerebbe tanto riuscire a trovare una casa editrice, disposta a credere in me, a cui proporlo. Mi affeziono sempre ai personaggi dei miei romanzi e vorrei veramente che anche altre persone potessero vivere le emozioni che cerco di trasmettere. Altri progetti sono la revisione di almeno due romanzi contemporanei che ho già finito da tempo, mentre sono ancora nella lunga attesa di un responso da parte di alcune case editrici su un romance ambientato nel West del 1870…Purtroppo non ci sono molte case editrici interessate al genere rosa e comunque quelle poche bistrattano la maggior parte delle scrittrici italiane.

7)IN ULTIMA ISTANZA E NON ULTIMO PER IMPORTANZA, CHE GENERE DI ROMANZI AMI LEGGERE?

Oltre al romance in genere adoro i gialli. Il mio autore preferito comunque è Ken Follett: nei suoi romanzi ci sono suspense, intrighi e anche tante belle storie d’amore con un bel po’ di erotismo che non mi dispiace affatto.

RINGRAZIAMO TIZIANA PER LA SUA COLLABORAZIONE!

Annunci
Published in: on 29 novembre 2009 at 19:11  Comments (1)  

The URI to TrackBack this entry is: https://libreriarosaitaliana.wordpress.com/2009/11/29/dimmi-che-mi-ami-di-tiziana-lia-ed-lulu-com/trackback/

RSS feed for comments on this post.

One CommentLascia un commento

  1. Grazie a Tiziana per l’intervista… e un grande in bocca al lupo per i romanzi in lettura presso alcune case ed.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: