Ghiacciolo con nutella di Silvia Scibilia Edizioni il Filo

 

Marianna, una giovane donna siciliana come tante altre forse, colta ma molto insicura, una “single pasticciona”, è la protagonista di una storia che si potrebbe definire “generazionale” per frequenti riferimenti a contesti quotidiani, dalla moda al gusto corrente, fino all’adozione di modi espressivi tipici, che strizzano maliziosamente l’occhio all’attualità in modo tanto esclusivo che questa vicenda non potrebbe essere narrata in altro modo che così…

Le avventure anzi le disavventure di Marianna insegnante e giornalista (oltre che aspirante scrittrice) raccontate in prima persona dalla protagonista con uno stile semplice e diretto che ricalca nel ritmo e nel lessico il linguaggio parlato… come Bridget Jones la protagonista confessa subito al lettore di non sentirsi nè particolarmente bella (anzi si sente tutto il contrario) né particolarmente capace di colpire l’immaginazione di chi la osserva (degli uomini in particolare)… la protagonista si presenta dunque al lettore come una donna insicura ed anche un po’ pasticciona, ma forse la sua è solo un’istintiva autodifesa perché nel corso del romanzo dimostrerà decisione e ostinazione notevoli… anche se per amore forse accetterà qualche compromesso di troppo…

Per comprarlo:

http://www.ibs.it/code/9788861859920/scibilia-silvia/ghiacciolo-con-nutella.html

Per conoscere le opinioni di chi già l’ha letto:

http://www.anobii.com/books/Ghiacciolo_con_nutella/9788861859920/01b1a04fd15d99c98a/

Annunci
Published in: on 27 dicembre 2009 at 12:04  Comments (3)  

The URI to TrackBack this entry is: https://libreriarosaitaliana.wordpress.com/2009/12/27/ghiacciolo-con-nutella-di-silvia-scibilia-edizioni-il-filo/trackback/

RSS feed for comments on this post.

3 commentiLascia un commento

  1. CRISTINA MI HAI BATTUTA SUL TEMPO…LO STAVO ASPETTANDO IN CATENA DI LETTURA………………….MANNAGGIA!

  2. Io non l’ho letto, ma l’ho preso in scambio un anno fa circa, dando in cambio a Silvia una copia di uno dei volumi della saga di Alain e Juliette… prova magari a chiederle se ne ha ancora qualche copia, anche se sono passati diversi, forse, se ce l’ha, ancora lo scambia… la copia in catena gira, infatti, da un anno e mezzo e ho saputo che era ridotta maluccio…

  3. Silvia Scibilia è una persona con la quale mi diverto, nel senso che io e lei siamo diametralmente opposte eppure ci piacciamo alla follia e ci leggiamo con una costanza ammirevole. Purtroppo, e lo dico sinceramente, è le ad essere piacevolmente costante con me avendomi letta in tutte le mie uscite, mentre io… sto sempre ad attendere il suo prossimo libro che spero giunga presto! Ghiacciolo con nutella l’ho letto tempo fa e riporto il mio commento di allora.

    ‘LA COSTRUZIONE DI UN AMORE’ diceva una canzone…
    Giusto confessare che il genere non è il mio, che certe storie non sono nelle mie corde, ma non perchè siano brutte, assolutamente, piuttosto perchè troppo ‘reali’ ed io con la realtà non ho un rapporto idilliaco. Ma l’ho finito. Considerando i miei tempi di lettura… l’ho finito. Questo è il campanello d’allarme che mi impone l’obiettività e quindi posso affermare con certezza che il romanzo di Silvia è degno di nota.
    Ciò che merita un accenno in primis è lo stile, non privo di alcune imperfezioni, ma scorrevole, corretto, capace di tenere ‘il palco’, di incollare alle pagine. Il modo di scrivere a mio avviso, se dovessi dare un voto, è da 9, si.
    La storia è ordinaria, nel senso che narra di vita quotidiana, di pensieri che esistono e che assillano le donne, anche le più fredde come pure le più calde. Si, la descrizione della donna e delle sue incertezze è ottima e corrispondente al vero. Colgo tra le righe una specie di malinconia cronica che in fondo niente è capace di estirpare, un desiderio inconscio di essere qualcosa che non si è, una tentativo vano di presentarsi forti in un’ammissione finale di debolezza e per questo di paradossale vittoria. Bisogna leggerlo per capire il concetto.
    L’uomo… l’uomo in questione è un po’ romanzato, troppo accondiscendente nell’ammissione dei propri errori, certamente innamorato, duro, ma… tenero, anche se alla fine cade vittima di se stesso in un exploit un po’ plateale e pesante, secco. Non dico di cosa si tratta per evitare di svelare la trama.
    Si cavalca su un sogno, questo fa il romanzo. Su un sogno si costruisce un amore, il successo, le emozioni e le speranze come le angosce ed i dolori. Si, tutto satellita intorno ad un grande sogno e si punta in alto, giustamente… tanto è un sogno.
    Il sesso è un po’ troppo esplicito per i miei gusti, dettagliato ed a tratti imbarazzante, anche se veritiero ed in fondo per nulla travaricante o triviale. Ma è solo un gusto mio e lo preciso. Per chi ama le scene osè… il libro è manna caduta dal cielo!
    Il messaggio finale è ottimistico e lodevole, forse condivisibile per certi versi, ma non applicabile a tutte le situazioni, purtroppo. L’idea di cambiare per essere liberi, di non voler prevaricare l’altro in una coppia è molto bella… ma oltre certi limiti potrebbe apparire utopistica.
    Nel complesso trovo questo romanzo avvincente e simpatico, l’ironia sottile dell’autrice fa sorridere in alcuni passi, le situazioni buffe sono esilaranti, la protagonista diviene un’amica che sembra di avere accanto.
    Consigliato… alle donne romantiche che amano le storie contemporanee lasciandosi cullare dai sogni.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: