Prigioniera del tempo di Laura Gay Boopen Ed.

TRAMA:

Elisa è una studentessa liceale con tutti i normali problemi delle ragazze della sua età: la famiglia, i ragazzi, la scuola. Ma un giorno si ritrova catapultata in un`altra epoca, la Roma dei Borgia e deve imparare a sopravvivere in un mondo completamente diverso dal suo. Mentre cerca disperatamente una soluzione per tornare nella sua epoca, due giovani si contendono il suo amore: l`affascinante e crudele Cesare Borgia e l`onesto e leale Cristiano. Il primo è disposto ad uccidere pur di possederla, il secondo darebbe la vita per lei. Chi riuscirà a conquistare il suo cuore? In un crescendo di colpi di scena, questa storia vi terrà avvinti dalla prima all`ultima pagina.

I COMMENTI DI LETTORI ED ALTRI SCRITTORI DA ANOBII.COM:

Ancora una volta Laura Gay dà un saggio di quella sua strana capacità di trascinare il lettore in mondi antichi senza tediare con descrizioni maniacali, semplicemente ci si trova lì, ovunque lei voglia portarci. E questa volta saltiamo a piè pari nella Roma dei Borgia, ambientino tutto un programma che, inevitabilmente, porterà la protagonista figlia del ventunesimo secolo ad affrontare una marea di guai. Non sono solita fare spoiler, quindi non dirò nulla di più riguardo questo colossale viaggio nel tempo ove incontriamo i personaggi della Storia, ovviamente quelli meno tranquilli e decisamente pericolosi. Elisa se la giostra bene la rogna che il destino le riserva, ci si adegua ad un tempo nefando e, se vogliamo, pure sozzetto; incontra persone buone e persone cattive… cattive… cattive… OK, non tergiverso, propongo il CESARE BORGIA FAN CLUB, visto che io sono notoriamente fan del cattivo delle storie. Ebbene, sto Cesare sarà stato pure un bastardo, ma nel romanzo è il personaggio più azzeccato, più coinvolgente, più degno di nota, da osservare, studiare, immaginare e… và, visto che ci siamo andiamo ad informarci su questa parte di Storia (ecco un’altra magia della Gay, interessare). Mi si perdoni, ma il fanciullo destinato alla gloria sentimentale a me piace sino ad un certo punto, è il Cesare che mi intriga, mi emoziona e, assurdo lo so, io sto dalla sua parte considerando (e questo bisogna dirlo) il tempo in cui il personaggio è posto. Allora certe nefandezze non erano poi tanto gravi, vigeva la legge del più forte, che ci piaccia o no, perciò, posponendomi nei giorni narrati, io sto con Cesare, mi spiace.
Bene, detto questo, avrei tolto una stellina alla Gay per il finale, ma la perdono, perché non mi imbroglia, probabilmente ci sarà un seguito e io stoica attendo (diciamolo, ormai a questa autrice io sono fedele). Tuttavia… iihhh, niente spoiler! Consiglio di leggerlo, un travel-time interessante e fresco, molto fresco, e scorrevole, veloce, senza strascichi noiosi, la parte sentimentale non è immediata, quindi il romanzo risulta incalzante. Piccola nota: io mi immagino Laura gay tutta piciù piciù, piccina, dolcina, precisina, educatina… ma le parolacce che invede fa dire alla sua protagonista (ha un senso logico questo, si intende) mi hanno divertita e, cosa rara, a lei concedo questa licenziosità, anche quando dice un’oscenità verbale… sembra che ci citi una poesia. Ma cosa fa?

BARBARA RISOLI

Siccome è il libro dell’amica Laura, da qualche parte dovevo mettere la recensione del suo libro… 🙂
Il titolo è emblematico della trama del libro, raccontato in modo tra il canzonatorio e il serioso. Come precisa l’autrice il libro vuol essere un romanzo immerso nel passato dove ogni riferimento è reale, ma in una storia di pura fantasia. Appena ho iniziato a leggerlo mi è subito venuto in mente il film “Non ci resta che piangere” dove i due protagonisti (Benigni e Troisi) si trovano catapultati nella Firenze del 1492, con la famosa battuta detta da un contadino che risponde alla domanda di Benigni, su dove fossero e in che anno erano: “Frittole quasi 1500”.
Il personaggio principale è Elisa, una diciottenne classica del nostro tempo, dell’undicesimo secolo. Una ragazza che ama vestirsi come una ragazza di quell’età: pullover, jeans, calze e scarpe a tennis. Con un ragazzo che ben presto scoprirà essere infedele e una voglia matta di starsene sola a Castel Sant’Angelo per riflettere e vedere Roma nella sua magnificenza.
La ragazza vuol rimanere tutta la notte nel monumento e per farlo entra in una porta dove c’è scritto: “Solo per gli addetti ai lavori”. Lei entra e senza saperlo varca la soglia del tempo fino a trovarsi nella Roma del 1496. Non una Roma qualsiasi, ma in quella della famiglia Borgia. Dove Alessandro VI è il Papa e i figli Rodrigo, Cesare, Giovanni e Lucrezia sono alla sua corte. E’ l’epoca della bellissima, ma pericolosa Lucrezia Borgia, del temibile, Cesare Borgia allora Vescovo, ma molto abile amante e del rapporto incestuoso fra il Papa e la figlia. L’epoca delle battaglie del figlio prediletto del Papa, Giovanni.
Elisa si trova in un’epoca dove non solo gli abiti e il modo di parlare (simpatici gli scambi di battute fra lei e Cristiano in cui lei parla con termini della sua epoca, e lui pure, senza che nessuno dei due ne venga a capo della conversazione) sono diversi, ma anche i concetti, le trame di palazzo sono molto differenti dal suo mondo: fatto di studio, di giri con lo scooter (anzi con il motorino) e con un ragazzo infedele.
La storia che i libri raccontano, vengono messi a dura prova dall’abilità di saper tessere una trama che presto metterà l’autrice di fronte alla realtà, per bocca della protagonista: la storia non può essere cambiata, quindi chi deve necessariamente cambiare è Elisa. Deve fare in modo di tornare il più presto possibile nella sua epoca, se non vuol compromettere la storia per come noi la conosciamo.
Il lato molto serio della storia è che ogni personaggio storico è raccontato per come l’abbiamo conosciuto sui banchi della scuola e l’efferatezza degli omicidi è raccontata nella sua reale crudezza.
Il racconto vive sulle ali dell’amore di due personaggi, Cesare Borgia e Cristiano (un cortigiano del vescovo) che si affrontano per il sentimento che provano per lei: Elisa. Il vescovo per averla ammazzerebbe, mentre Cristiano sarebbe disposto a morire per lei… Questo il sunto del discorso… Ognuno a modo proprio terra fede a questa affermazione che Laura ha saputo intessere con una storia, dove Cristiano e la sorella Betta, personaggi irreali, si trovano nella reale papale corte dei Borgia e di tutti gli intrighi di palazzo. Sposarizi fatti per creare nuove alleanze, sporarizi che si scopriranno d’amore come quello di Lucrezia e del fratello della duchessa di Valentino, Sancha.
Se volete leggere una, anzi due storie d’amore e tuffarvi in un mondo che abbiamo conosciuto solo tramite i libri, questo non potete non leggerlo.
E voi come vi comportereste se verreste catapultati in un’altra epoca? Non in una epoca qualsiasi, ma in quella dei Borgia. Quella di pochi anni dopo la scoperta dell’America. Quella della Roma papale di Alessandro VI. Quella… insomma ci siamo capiti, della fine del quindicesimo secolo.
Meglio saperlo tramite le parole di Laura, ve l’assicuro.

MICHELE CIARDELLI

Letto tutto d’un fiato.Elisa una ragazza romana dei giorni nostri,si ritrova attravero un portale del tempo,catapultata nella Roma del 1496 al tempo della Famiglia dei Borgia.Qui incontra il dolce Cristiano che fin dall’inizio crede alle sue parole,e l’aiuta in tutti i modi per tornare al suo tempo,mettendo tutto se stesso e il suo amore,pur di aiutarla.A palazzo,dopo essere diventata una fantesca,incontra Cesare Borgia,un irresistibile uomo che cattura subito l’attenzione di Elisa … Cesare è un uomo cinico e crudele,capace di passare sopra a tutto e tutti,pur di ottenere quello che vuole,e Lui vuole Elisa,fino al punto di non volerla lasciare tornare al suo tempo,per amarla con tutto se stesso … Chi vince alla fine,e riesce a conquistare il cuore di Elisa?? ^_^
Un libro ricco di emozioni e reso ricco anche per i suoi contenuti storici e per i suoi vari personaggi,sia realmente esistiti che non.

CRICRA

http://www.anobii.com/books/Prigioniera_del_tempo/9788862238540/01d1e8f673a14b5257/#

Annunci
Published in: on 17 giugno 2010 at 10:47  Lascia un commento  

The URI to TrackBack this entry is: https://libreriarosaitaliana.wordpress.com/2010/06/17/prigioniera-del-tempo-di-laura-gay-boopen-ed/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: